:: POESIE ::


         
     
Vanitas
   

La bellezza svanisce nel corpo :
non valgono nuovi colori
e mascheramenti vanitosi
nelle carni mortali.

Virtù vera è l'invecchiare
dignitoso ineludibile nell'Eros
che ti piacerà chiamare
bellezza dell'anima immortale.

Non l'espediente dell'immagine
ridona immortalità al corpo
quando la soglia dell'età
ricopre l'effimero apparire.

Vanitas vanitatum…
Un errore prospettico falsifica
magnificando il verisimile
esposto alle punture del tempo.

Domina la contrada
oggi l'apparenza,
ma altri sono i sacerdoti
nel tempio di pietra.

Scrivi sull'acqua
i contorni evanescenti dell'immagine
che veleggia come rottame
sterile verso il nulla.

Al tempo bisogna ubbidire
e lui vince l'astuzia
del visibile dove è concesso
solo smaltire feroci illusioni.

Scorgerai il bello
nello splendore dello sguardo
che gradualmente fabbrica
l'epopea del bene.

     
         
















Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>