LA MEMORIA DELL’OGUS
 
   

 

 


Dio non si può appassionare alle cose del mondo né alle vicende della storia o degli esseri umani.Egli è il Logos immobile, eterno e stabile al quale gli stessi uomini devono tendere nel loro sforzo conoscitivo, morale e religioso. Dio rappresenta la Luce che illumina la mente umana, anche se in molte persone permangono zone di ombra e penombra. Così si spiegano le bestialità dell’uomo sotto il profilo morale e intellettuale. Così anche le ricadute barbariche della storia come ad esempio i campi di sterminio per gli ebrei, gli zingari, mendicanti, omosessuali, malati di mente, oppositori del nazismo, testimoni di Geova e disabili. Da Dio non si poteva pretendere un intervento ad impedire l’atto di barbarie. Solo l’uomo avrebbe dovuto farlo, ma non lo fece. Oggi si colgono però i pentimenti ed i rimorsi. Speriamo che il futuro non presenti simili ricorsi barbarici.




 
 
 

Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>