:: LE INTERVISTE ::



     
GIOVANNI REALE
 
 

Giovanni Reale
 

:: RADICI CULTURALI E SPIRITUALI DELL'EUROPA ::

Un commento al libro di Giovanni Reale sulle
Radici culturali e spirituali dell'Europa

nell'intervista del giornalista e scrittore
Nicola Costantino

 

Si è molto discusso del libro di Giovanni Reale sulle Radici culturali e spirituali dell'Europa.
Vorrei conoscere l'opinione di uno studioso attento e rigoroso quale è il Prof. Nicola Costantino , che ha già recensito il saggio.
La prima domanda riguarda il valore complessivo del lavoro di Reale.

“ L'Europa di Giovanni Reale è il frutto di una doppia stratificazione: la filosofia greca e la religione cristiana. Il fondamento europeo risiede, secondo Reale, nella scoperta greca della teoremi e della dialettica, che supera la cultura mimetico-poetica, e nella rivoluzione cristiana, che restituisce ad ogni individuo la qualifica di persona. Quello che viene dopo non aggiunge elementi essenziali all'edificio della civiltà europea edificato sui due strati. Il lavoro di Reale vuole dimostrare questo assunto e vi riesce con la ricchezza della documentazione e con la passione che alimenta la sua tesi. Forse la proposta è un po' debole sul piano della storia ”.

Cosa significa questa “ debolezza” storica ?

“ Significa semplicemente che, se è indiscutibile che il pensiero greco e il Cristianesimo hanno contribuito a creare i presupposti della spiritualità europea, la coscienza dell'Europa si è sviluppata successivamente, in epoca moderna, quando è maturato il senso comune della comune partecipazione ad una Repubblica ideal-culturale che rende cittadini effettivi del sistema di vita civile. Da Londra a Parigi a Pietroburgo, da Palermo a Napoli a Berlino circola una cultura che si assomiglia da un capo all'altro dell'Europa e che permette di rivitalizzare e assimilare l'antico patrimonio greco-cristiano, arricchito con le elaborazioni umanistico-rinascimentali e illuministico-costituzionali”.

Com'è possibile, allora, sintetizzare la civiltà filosofica della Grecia e l'originario spirito cristiano senza trascurare tutta la ricchezza della storia moderna ?

“ E' possibile, come propone lo stesso Reale nelle ultime pagine del suo libro, con la mediazione di razionalità greca e Cristianesimo, passando però per le vie della costruzione della moderna scientificità e della democrazia liberale e costituzionale. Nel libro manca proprio questo passaggio che connota l'età moderna, assieme alla coeva rivoluzione scientifica. Si tratta di un punto decisivo per definire la consapevolezza dell' identità culturale e spirituale dell'uomo europeo.

In sostanza, è l'Europa del Sei-Settecento che bisogna anche recuperare : quella che parte da Cartesio, F.Bacone a Galilei, da Locke a Montesquieu, e Rousseau e approda al criticismo kantiano. E stupisce che nel libro, tra le tante citazioni, non si sia trovato spazio per un pensatore tipicamente europeo come Emanuele Kant, il cui pensiero concentra tutte le profonde stratificazioni della civiltà che chiamiamo europea.La stessa scientificità moderna confluisce nella kantiana rivoluzione gnoseologica, che non rifiuta l'assoluto come motivo costantemente fecondo a regolare e stimolare nuove conquiste intellettuali. Ma è nella moralità e nel diritto che si afferma pienamente il regno dei fini e il valore inalienabile del soggetto-persona. Lo storico della filosofia non può trascurare la sintesi kantiana”.

Bisogna quindi tornare alla storia europea?

“Per avere un'idea soddisfacente e adeguata dell'uomo europeo è necessario prendere in considerazione anche il contributo che proviene dalle guerre di religione, dalla Riforma protestante, dalla conquista e affermazione della tolleranza religiosa teorizzata e invocata da Erasmo, dalla rivoluzione costituzionale inglese e dai principi di uguaglianza stabiliti dalla rivoluzione francese.

La positività di questo lungo processo, che si aggiunge al pensiero greco e alla profondità della rivoluzione originaria del Cristianesimo, trova la sua conclusione nella coscienza chiara della consapevolezza storica dell'Europa, come risultato del lungo travaglio spirituale, morale, filosofico e civile”.

 
   













Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>