:: POESIE ::


         
     
Profumi lontani
   

Si chiude il cerchio ormai:
dal versante dell'Etna odorosa,
che volge il viso al sole nascente,
alle brume grigie del tramonto.

Era il vulcano l'anima mia
profondo nel volo immaginario
fra effluvio di ginestra e boschi ispidi.

Segreto sapore del tempo,
ma l'antica dolcezza non recupera
percorsi di fumo trainante
l'acre gusto dell'effimero.

Ora la malinconia del ritorno
assale profumi lontani di freschezza
nel pudore che sormonta il volere
d'un Ulisse deluso dal nuovo.

E' brutto sogno l'incubo oscuro
di chi cerca nel lampo fuggente
l'immagine perduta del bello
e spinge l'inerzia del nulla.

 
 
       

















Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>