:: POESIE ::


         
     
Preludi di tempesta
   

Premono le maree represse
lungo le spiagge desolate
sotto un cielo colmo di lacrime.

Troppe voci riaffiorano da questo tumulto
incombente dopo il terribile silenzio
che pronuncia la coralità di eventi.

Ma siamo ugualmente abbandonati
al nostro destino sotto il respiro dell'aria
invisibile nei fili segreti.

E quanti dolori.

Quanti sofferenze si accumulano
nel bagaglio della materia umana
con forze inafferrabili che spingono
la luce verso il buio della cavità.

L'alito della terra non lievita
il corpo appesantito dall'affanno.

 
 
       


















Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>