:: POESIE ::


         
     
ILLUSIONE
 

 

 

Il solitario giardino delle acacie
riversava paradisi d’insoliti profumi.
Ogni chiarità, ogni frescura, ogni carezza
di quella brezza apriva i sensi
magnifici del sogno; ed eri tu
dentro tutti i miraggi.
Una parola e mi sfuggivi come un foglio bianco.
Tutto mi abbagliava nei candori della trasparenza
e tentavo d’abbassare le palpebre
per non essere ferito.


 





 

 
 
       


















Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>