:: POESIE ::
         
     
UNA FARFALLA, MESTAMENTE
 

 

 

 

La farfalla ha allargato le sue ali
per l’ultimo volo sopra le distese infinite
dei campi odorosi di vertiginosa ginestra
nei balzi lavici dell’Etna infocata,
dove aveva bruciato la sua pelle
agli ardenti furori del vento.

Adesso canta mestamente nell’azzurro
per me che sono rimasto nell’immanenza
tra foglie ingiallite in campi desertificati,
dopo la sua partenza anticipata.
E l’autunno interminabile della mia vita
ha aperto squarci penosi di tristezza
e accumulato negli angoli rovine pungenti.

       


Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>