:: POESIE ::


         
     
L’ASPRO SAPORE
 

 

 

 

Rimango sullo scoglio remoto
nel mesto sciabordare dell’onda
che giunge dal lontano orizzonte
come un lento morire di nostalgia.
Ormai scende la notte
gravida di memorie inquiete
dopo lo svaporare di sogni
ruggenti nell’impavida stagione.
Sono nuovi sul viso
i rigagnoli di spruzzi salmastri
che hanno un sapore leggero di pianto
nel fragersi di speranza adolescente.
Lontana appare la luce promessa
nella nebbia dei desideri impossibili
e s’apre all’aspro sapore di alghe
nel ricordo indistinto di illusioni perdute.






 

 
 
       


















Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>