:: POESIE ::


         
     
Nullità di tempo
    Nudi rami d'inverno
nell'aspra notte
verso la collina
lingue arroventate
si levano cancellando
le orme di fantasmi perduti.
Salirò sull'ultima nuvola,
mi fermerò ancora
nel respiro ansimante
dei tuoni
a bruciare il sangue rimasto.
Se del mare infuriato sarò preda,
un ricordo stringerò
e sulla morbida schiuma
varcherò i confini
oltre la collina del tempo.
 
 
         
















Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>