:: POESIE ::


         
     
Fiore di pietra
   
Se potessi rimuovere i rossi fantasmi
profittando dell'oscurità della notte,
non mi sorprenderà la paura.

La terra insolente
mi si è sbriciolata sotto i piedi
quando ho visto enormi vapori
schizzare dalle sorgenti del cratere
e sentito l'ululato del vento scrollare
alberi secolari e spiantarli d'un colpo.

Ho conosciuto il brivido di terre inaridite
dall'incendio scarnificatore.

Stanco mi abbandonavo sulla cenere,
mi lasciavo portare dalle onde malefiche.

Ora desidero il silenzio purificatore,
cerco la scarnificazione delle parole
per sentire la voce segreta della natura
mentre la zolla putrefatta si scioglie
al limpido umore di pensieri silenziosi.

     
         











Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>