:: POESIE ::


         
     
Estrema stagione
   
Ormai cieco
relegato nell'angolo
con ciotola in mano che vacilla
cerco luce smarrita.

La giornata è ormai
uno sterile avvicendarsi
del tempo scalcinato
fin dove il cuore mi regge.

Promontori sui fianchi rupestri
montagne profonde di valli
piante ondeggianti sull'abisso
immagini piene di colori variopinti.

Volo dell'allodola
nel mattino chiaro d'una stagione
tra l'intrico dei rami
lascia cadere l'ultima piuma.
     
         











Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>