:: POESIE ::


         
     
Comunione
   

Il Pane e il Vino
nella Cena del Signore
nuova alleanza intima
suggellano d'annunzio reale.

Il cogito è immagine grande,
ma immensa la logica
feconda dell'Essere unico
purificatore creatore di vita.

Torna l'homo sapiens
al fondamentale enigma
colmo di certezza grandiosa
nella conversione a Dio.

Risuona la dignità
dell'uomo nel dono atipico
comunicativo del principio sacrale
di libertà nell'intera corrispondenza.

 
 
         

     
 
Commento
 

Questa lirica esprime il senso della Comunione che dà dignità all'uomo e lo rende capace di corrispondere con la divinità.
L'uomo intelligente, l'ultimo gradino nella scala evolutiva, ha bisogno del Pane e del Vino per superare la sua materialità e collegarsi a tutta l'umanità attraverso il dono della Grazia.
Questo, secondo me, è il vero significato della Comunione con la quale l'uomo si riscatta e si redime rispetto all'egoismo e alle dimensioni istintuali della sua natura rivolta esclusivamente all'utile individuale e ai danni dei propri simili e del mondo circostante, senza l'illuminazione e l' intervento di Dio.

 
     
















Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti se non autorizzati - Bedlam Design Carrara >>